Tag

, ,

Dopo il post su come sono fatti i burrocacao (qui) mi sembrava interessare postare alcuni esempi di inci reali per fare un po’di pratica 🙂
Non è facile riconoscere un buon cosmetico solo dal suo inci, perchè vi sono elencati solo gli ingredienti ma non se ne conosce la quantità (anche se a volte la si può desumere dalla posizione relativa di due ingredienti), però ci si può fare un idea prima dell’acquisto su che tipo di prodotto può essere o possiamo cercare tra gli ingredienti se ci sono quelli che fanno al caso nostro.

Nel caso di burrocacao per essere efficaci cerchiamo prodotti con molti emollienti diversi, nonchè antiossidanti (di solito tocoferolo). Poi possiamo cercare ingredienti lenitivi nel caso di labbra molto screpolate o possiamo volere dei filtri UV se ad esempio vogliamo utilizzarli prevalentemente all’aria aperta. Viceversa se è un prodotto che usiamo di solito prima di andare a dormire meglio un prodotto che non contenga filtri.

La Saponaria – burro cacao oliva e riso

biocacao_sap

Inci: Ricinus Communis Oil*, Olea Europaea Fruit Oil*, Cocos Nucifera Oil*, Butyrospermum Parkii Butter*, Hydrogenated Castor Oil, Oryza Sativa Cera, Tocopheryl Acetate, Tocopherol (* da agricoltura biologica).

Emollienti: Olio di ricino, olio d’oliva, olio di cocco, burro di karitè

Fattori di consistenza: Cera di riso

Ingredienti attivi/antiossidanti: tocoferil acetato, tocoferolo (vitamina E)

Commenti: Inci molto semplice, la cera di riso ha un punto di fusione più alto rispetto alle altre cere presenti comunemente in prodotti di questo tipo, questo porta ad un prodotto meno spalmabile. La presenza di oli in maggior quantità rispetto al burro dovrebbe bilanciare questo effetto ma il prodotto risulta comunque duro soprattutto in inverno.

L’Amande – stick labbra emolliente

sticklabbra_amande

Inci: Ricinus communis oil, cera alba, hetylhexyl dodecanol, hydrogenated lanolin, candelilla cera, butyrospermum parkii, chamomilla recutita, tocopheryl acetate, retinyl palmitate, bisabolol, aroma

Emollienti: Olio di ricino, etilesil dodecanolo, lanolina, burro di Karitè

Fattori di consistenza: cera alba, cera candelilla

Attivi/antiossidanti: Estratto di camomilla, tocoferil acetato, retinil palmitate, bisabololo

Commenti: Prodotto ricco di sostanze emollienti e lenitive (camomilla e bisabololo). Un piccolo difetto è dato dalla lanolina. La lanolina è una cera prodotta dalla pelle delle pecore come sostanza protettiva ed emolliente, si ricava durante la lavorazione della lana. Può contenere tracce di pesticidi e anticrittogamici contaminanti l’erba in cui pascolano le pecore. Anche in questo caso bisogna specificare che le materie prime cosmetiche sono controllate, ma se è possibile preferisco cosmetici che non la contengono, burri e oli vegetali possono sostituirla tranquillamente.
Il retinil palmitato è un derivato della vitamina A (retinolo) con delicate proprietà esfolianti, elimina le cellule morte levigando le labbra.
In sintesi, a leggere l’inci, sembra un ottimo prodotto.

L’erbolario – nutrilabbra vellutante

nutrilabbra_erbolario

Inci: Ricinus communis oil, simmondsia chinensis oil, polyglyceryl 3 beeswax, butyrospermum parkii butter, candelilla cera, glyceryl dibehenate, theobroma cacao butter, shorea stenoptera butter, glyceryl behenate, tribehenin, mangifera indica seed oil, tocopheryl acetate, tocopherol, oryzanol, aroma, profumo/parfum, anise alcohol, benzyl benzoate, coumarin

Emollienti: Olio di ricino, olio di jojoba, burro di karitè, glyceryl dibehenate, burro di cacao, burro di illipe, glyceryl behenate, tribehenin, burro di mango.

Fattori di consistenza: cera bellina, cera candelilla

Attivi/antiossidanti: tocoferil acetato, tocoferolo, gamma orizanolo

Allergeni: anise alcohol, benzyl benzoate, coumarin

Anche questo burro è ricco di sostanze emollienti. Glyceryl dibehenate, glyceryl behenate e tribehenin sono derivati dell’acido beenico, un acido grasso di origine vegetale che si trova naturalmente in diversi oli.
La cera bellina si trova nell’inci come polyglyceryl 3 beeswax perchè non si trova in natura ma deriva dalla cera d’api esterificata (cioè fatta reagire chimicamente) con glicerolo. Il prodotto ottenuto rispetto alla cera d’api ha una maggior durata ed è meno “scivoloso”.
Il gamma orizanolo si ricava dall’olio di riso ed è un buon antiossidante, specie se usato in combinazione con altri antiossidanti come in questo caso. Inoltre funziona anche da filtro UV.
Gli allergeni sono sostanze contenute nei profumi/aromi utilizzati nei cosmetici, che possono dare reazioni allergiche/sensibilizzazione, il legislatore ne ha individuati 26 e, se presenti al di sopra di una certa concentrazione, devono essere indicati in INCI.

E voi? Siete già andati a leggere l’Inci del vostro burrocacao preferito? Dubbi su qualche suo ingrediente? Chiedete pure nei commenti!

Annunci