Tag

, , ,

Spesso quando si sente la parola “cosmetico” si pensa al make up, quindi ai cosiddetti cosmetici decorativi, in realtà si tratta di una serie molto più ampia di prodotti, la normativa vigente (regolamento CE 1223/2009)fornisce a tal proposito una definizione molto dettagliata:
“qualsiasi sostanza o miscela destinata ad essere applicata sulle superfici esterne del corpo umano (epidermide, sistema pilifero e capelli, unghie, labbra, organi genitali esterni) oppure sui denti e sulle mucose della bocca allo scopo esclusivamente o prevalentemente di pulirli, profumarli, modificarne l’aspetto, proteggerli, mantenerli in buono stato o correggere gli odori corporei”

“I prodotti cosmetici possono comprendere creme, emulsioni, lozioni, gel e oli per la pelle, maschere di bellezza, fondotinta (liquidi, paste, ciprie), cipria, talco per il dopobagno e per l’igiene corporale, saponi di bellezza, saponi deodoranti, profumi, acque da toeletta ed acqua di Colonia, preparazioni per bagni e docce (sali, schiume, oli, gel), prodotti per la depilazione, deodoranti e antitraspiranti, tinture per capelli, prodotti per l’ondulazione, la stiratura e il fissaggio, prodotti per la messa in piega, prodotti per pulire i capelli (lozioni, polveri, shampoo), prodotti per mantenere i capelli in forma (lozioni, creme, oli), prodotti per l’acconciatura dei capelli (lozioni, lacche, brillantine), prodotti per la rasatura (creme, schiume, lozioni), prodotti per il trucco e lo strucco, prodotti destinati ad essere applicati sulle labbra, prodotti per l’igiene dei denti e della bocca, prodotti per la cura delle unghie e lacche per le stesse, prodotti per l’igiene intima esterna, prodotti solari, prodotti autoabbronzanti, prodotti per schiarire la pelle e prodotti antirughe”.

Nella stessa norma viene chiarito altresì cosa NON è cosmetico:
“Una sostanza o miscela destinata ad essere ingerita, inalata, iniettata o impiantata nel corpo umano non è considerata prodotto cosmetico”.

Per un acquisto consapevole, è indispensabile saper leggere l’etichetta di un cosmetico in cui sono contenute obbligatoriamente alcune importanti informazioni per il consumatore finale (descritte al capo VI del regolamento):

  • il contenuto nominale in peso o volume
  • la data fino alla quale il cosmetico continuerà a svolgere la sua funzione iniziale, preceduta dal simbolo
    consumare preferibilmente

Se la durata minima è superiore ai 30 mesi questa indicazione non è obbligatoria, al suo posto si deve indicare il periodo di tempo in cui il prodotto una volta aperto può essere utilizzato senza effetti nocivi per il consumatore (il cosiddetto PAO), contrassegnato dal simbolo
Pao

seguito dall’indicazione in mesi o anni.
Attenzione, questo dato è molto importante, i cosmetici non sono eterni! Se a fianco di questo simbolo troviamo ad esempio la dicitura 6M, significa che dopo l’apertura il prodotto si può usare in tutta sicurezza per 6 mesi, dopo dovremmo prestare attenzione ad eventuali alterazioni di colore/odore/consistenza e, nel caso di dubbio, gettarlo. Usare cosmetici scaduti può causare allergie o sfoghi cutanei perciò se avete l’abitudine di aprire molti prodotti simili insieme, sarebbe consigliabile segnare sopra la confezione la data di apertura.

  • Eventuali precauzioni per l’impiego
  • La funzione del prodotto cosmetico
  • L’elenco degli ingredienti (il cosiddetto INCI) indicati in ordine decrescente di peso al momento d’incorporazione nel prodotto cosmetico. Gli ingredienti presenti in quantità inferiori all’1% possono essere elencati alla fine in ordine sparso. I composti odoranti e aromatizzanti sono indicati col termine generico “parfum” o “aroma”. È obbligatorio indicare la presenza di nano materiali tramite prefisso “nano” al nome dell’ingrediente. I coloranti possono essere inseriti alla fine.

Un’ultima curiosità sulla normativa: al capo V viene espressamente vietata qualsiasi sperimentazione sugli animali di prodotti cosmetici finiti o di ingredienti in essi contenuti. Perciò quando troviamo un cosmetico con la dicitura in etichetta “prodotto non testato sugli animali” ricordiamoci che non è un valore aggiunto rispetto ad un qualsiasi altro cosmetico in vendita.

Annunci